mercoledì 14 novembre 2012

lunedì 5 novembre 2012

Milano a pranzo 24 - 21

21 è un piccolo locale, una vetrina con un'estensione al piano di sotto, da poco rinnovato nella guida, sito a pochi passi dal tribunale di Milano. 21 offre piatti ben eseguiti, ben presentati e non usuali. Io ho preso un risotto al Castelmagno, ricco di sapore e profumo che hanno inondato piacevolmente i miei sensi. Un piatto più da ristorante che da bar/locale. Qui i piatti sono preparati al momento, non come nella precedente gestione quando il pranzo era a self service. Molto buono il pane caldo, bello il contorno, inteso come arredamento ed oggettistica varia. Qui si possono organizzare cene a richiesta. Per la nuova vita di 21 questo è solo l'inizio, sono previsti ulteriori cambiamenti. Risotto 10 euro, acqua 1 euro, caffè 1 euro per un totale di 12 euro.

giovedì 25 ottobre 2012

Milano a pranzo 23 - Denzel

Il viaggio alla scoperta degli hamburger di Milano prosegue, oggi è la volta di Denzel, art burger, fish and more. Il locale, Kosher, è piccolino, anche se si sviluppa in parte al piano sotterraneo, ma è ben ottimizzato. Non si soffre di claustrofobia. Se non ricordo male qui una volta c’era il  “Re Salomone”, altro locale kosher, ora spostatosi nel vicino viale Sardegna. La scelta è caduta sul Denzel Burger da 180 gr (qui si può scegliere il peso) con l’aggiunta di un uovo all’occhio di bue. Per accompagnare l’hamburger ho scelto le chips della casa ed una birra chiara israeliana (Macabee Goldsta). L’hamburger con cottura media è risultato gustoso e saporito, l’uovo dona sempre un plus. Qui l’Hamburger è preparato al momento senza passare da nessun tipo di congelamento e non contiene conservanti. Le patatine sono ottime, sono vere, anche quelle home made con salsa Chili prese dal mio collega Fabio. Buone anche le salsine offerte ad inizio pasto con pane caldo, una alle olive nere ed una al prezzemolo. Devo dire che il pasto è risultato leggero e non ho sentito in seguito alcuna pesantezza.  Hamburger 12.50 euro, patatine 4.00 euro, birra 4.50 euro, caffè 1.50 euro per un totale di 22.50 euro. Nel menù sono presenti diversi antipasti, panini, primi, secondi, contorni. Quindi non solo Hamburger, anche se qui pare sia una dei piatti principe. Denzel si trova a Milano in via Washington 9, bello il gioco di parole. Qui il sito.

martedì 23 ottobre 2012

Gi-store


Grazie a Gi-Store oggi il mio sito web fa parte dell' iniziativa Freestore che si propone di compensare lo spreco di cartoni e imballaggio di tutte le spedizioni fatte dal negozio E-Commerce di Gi-store. Come posso contribuire anche io all' iniziativa? E' molto semplice, se decidi di fare un acquisto su Gi-Store usa il codice Coupon: SGCBES. Non solo avrai le spese di spedizione gratuite, ma riceverai un ulteriore bonus sconto sul tuo acquisto attuale e su tutti i tuoi acquisti futuri. Gi-store si propone di andare a compensare tutto l' imballaggio sprecato dovuto alla spedizione dei pacchi con l' iniziativa FreeStore - Rendi il tuo Mondo un Mondo migliore. Gi-Store è un nuovo negozio online multimarca abbastanza diverso dai soliti E-commerce, infatti al suo interno potete trovare diversi Store separati tra di loro per condizioni, prezzi . . . ma tutti con caratteristiche peculiari e con cataloghi completi, senza dover navigare decine di siti web ed E-commerce per trovare ciò che volete al prezzo migliore. Al suo interno potete trovare tante tipologie di negozi Monomarca come Victorinox, Zippo, Lego e tanti negozi Monocategoria come Orologi, Modellismo statico, Custodie iPhone ed informatica. Hai a tua disposizione un buono sconto allora cosa aspetti ad approfittare dell' offerta?!?!

sabato 22 settembre 2012

Radicetonda

Un locale giovane, bio, ecologico, vegetariano, fresco, veloce ma anche no. Le ragazze che lo gestiscono sono gentili. Gli aspetti positivi non mancano. La base di partenza è solida ed è composta dal duo Rudi Condoluci (uno dei pionieri della cucina Vegana e Macrobiotica) e Stefano Uggeri (Chef cremonese che ama valorizzare le eccellenza del territorio). Qui ci sono le zuppe biologiche (ben 240 a rotazione) con ingredienti di stagione esclusivamente vegetali, come tutti i piatti proposti, primi, secondi o dolci che siano. Una sosta culinaria che può comunque incontrare i gusti di tutti, carnivori inclusi. La zuppa di zucchine e basilico l'ho trovata un po' troppo freddina, soprattutto ora che si comincia a cercare il caldo nelle cose, ma ci sta trovandoci nella coda dell'estate, ed è risultata in ogni caso piacevole, buona. Il secondo piatto composto da riso con la zucca, carote gratinate con farina di mais, verza al curry e melanzane e peperoni mi è piaciuto. La scoperta delle carote e della verzà così fatte faranno si che le replicherò a breve per i miei amici. C'è pure il gelato bio senza latte di mucca che proverò quanto prima. In lista sono presenti anche delle birre bio al farro e ai 5 cereali, roll di avena, sandwich vari e poi si possono comporre dei piatti misti scegliendo tra una portata principale e tre contorni. E la scelta non è assolutamente limitata, anzi. Ogni cosa è fresca, e si vede e si sente. Il tutto è servito su pratiche e belle ciotoline e piatti monouso e biodegradabili al 100% , come le posate e come i bicchieri. E' buono anche il pane di accompagnamento, non contato nella quantità. Nell'ambiente c'è tanto legno, tanta natura e tanti clienti. Si respira la natura e la serenità che trasmette. Un bel posto, anche se si è di corsa. Poi per correre o per rilassarsi ci sono i vicini Giardini Pubblici "Indro Montanelli". Radicetonda si trova a Milano in via Lazzaro Spallanzani 16.

Rhinoceros

venerdì 21 settembre 2012

Visconti Bakery&Food

Milano - New York, un grill che sfrigola al ritmo di Jazz, ed è con questa aspettativa che mi sono recato al Visconti Bakery&Food, un locale da poco aperto in zona Stazione Centrale, un'area in continua evoluzione con potenzialità elevate al pari delle grandi capitali europee tanto amate e tanto prese ad esempio da chi vorrebbe vedere la città trasformarsi come dovrebbe e come meriterebbe, per il bene di tutti. Il locale è nato laddove prima c'era uno studio fotografico, l'ambiente mantiene caratteristiche industriali d'effetto che ne esaltano il design e l'impostazione complessiva. Molto bella la grande,  o meglio, immensa cucina a vista. Un locale per tutti, giovane, svelto ed accomodante. Il personale è molto gentile, si ritorna ad un contatto umano pressochè sparito nei ristoranti e simili. Il menù accontenta tutti con i suoi antipasti, la parte dedicata agli affettati, con i fritti, la carne alla brace, gli hamburger, il pesce, i piatti gourmet, i contorni, i formaggi i dessert e se mi sono scordato qualcosa mi perdoneranno. Una buona selezioni di vini è presente nel menù ma anche alla vista e finalmente le birre artigianali, quelle buone, strizzano l'occhio anche qui. Ottima la Gjulia friulana bionda. Il servizio è fluido. I piatti sono ben presentati e di qualità. Ho apprezzato tutto e su tutto la cortesia. Bisogna tornare indietro in tante cose e qui l'hanno capito. Pulito il bagno ove sono presenti veri asciugamani, nota positiva. Devo dire che inizialmente ero scettivo, pensavo "ecco un altro locale come tanti" invece mi sono ricreduto. Natualmente devo tornarci per confermare o cambiare l'impressione avuta. Questo non è solo un ristorante, c'è una zona bakery & bar, una zona ham & cheese and wine e la zona ristorante. Visconti Bakery&Food si trova a Milano in via Caretto 4.

giovedì 20 settembre 2012

Panini Durini

Panini Durini! Panini di ogni tipo efficacemente suddivisi e troviamo i cotti, le bresaole, i crudi, gli speck, i salami, i tonni, le coppe, i praga, le mortadelle, le pancette, gli arrosti, gli speciali. Ma anche insalate, dolci e macedonie. Un’ottima selezione di bibite e birre in bottiglia si fa notare nel frigorifero a vista posto vicino alla cassa. I panini sono davvero invitanti, nella loro freschezza e buona presenza, e fortunatamente risultano essere anche molto buoni e di qualità. Io adoro la focaccia integrale, meravigliosa, gustosa, dentro e fuori. Non ci sono tavolini ma sgabelli mordi e fuggi. Come si presentano sul sito? Così.. “Le esigenze di ogni cliente, la freschezza e qualità dei prodotti, la cordialità del personale, la particolare attenzione alla pulizia e all’igiene sono principi alla base dei nostri locali. Abbiamo voluto creare un locale in grado di rispondere ai bisogni di un mercato in continua evoluzione: prodotti sani e gustosi, semplici e ricercati, classici e innovativi allo stesso tempo, consumabili sul posto, con take away o delivery... Tagliamo gli affettati con spessori diversi a seconda del tipo di salume, affettiamo finemente le verdure fresche, misuriamo la grammatura dei formaggi e delle salse, il tutto per esaltare la migliore combinazione tra gli ingredienti. Consideriamo inoltre le giuste proporzioni tra carboidrati, proteine e grassi in modo da fornire un alimento nel rispetto di una dieta bilanciata e sana. I salumi e i formaggi sono esclusivamente di produzione nazionale, alimenti DOP e IGP selezionati e ricercati costantemente, il pane è sfornato e consegnato tutti i giorni, da panetterie artigianali, seguendo una ricetta studiata ad hoc per Panini Durini.” Detto , fatto! Panini Durini si trova a Milano in via Durini 26 ed in Largo Donegani 3.

Cavalli

mercoledì 19 settembre 2012

Porca Vacca

L’idea di questo locale è sicuramente valida, a partire dal nome, ma trovo sia stata sviluppata con qualche limite ed imperfezione. Porca Vacca “dovrebbe” essere un ristorante di sola carne, sicuramente è giusto che siano presenti delle proposte differenti per i vegetariani o i non amanti della stessa, ma qui il menù è equamente diviso tra carne e pesce e la cosa stona non poco.  Inoltre sul mangiare non ho note di particolare rilevanza, ritengo sia assolutamente nella media, media vera,  ed anche per codesto motivo trovo che i prezzi non siano in linea con quanto offerto. Si può fare di più, si può dare di più! A differenza di quanto letto in altre recensioni ho trovato il personale molto gentile e cortese. Da evidenziare la bottiglia di vino da 50 euro proposta a 25 per sopperire alla mancanza del vino da noi scelto. Un atto non dovuto che si è fatto notare in positivo, anche se questo non basta per fidelizzare. Occorre lavorare sul menù, sulla sua elaborazione ed in parte sulle materie prime utilizzate. L’antipasto della casa, sorvolo. Buono il filetto, si, ma così lo si può trovare un po’ ovunque e sicuramente lo faccio meglio a casa utilizzando un’ottima carne. Qui mi aspetto decisamente di più, nel piatto e nel contorno, inteso come ambiente. La serata è risultata comunque piacevole. Questo ristorante ha anche il vantaggio di trovarsi in una zona di pregio, di passaggio e molto frequentata grazie anche alla confinante presenza di un locale per aperitivi conosciuto che fa sempre il pieno. Senza dimenticare lo spazio all’aperto che a Milano è raro. Detto questo per migliorare c’è spazio e qui si potrebbero prendere decisioni al rialzo od al ribasso con effetti immediati. Chi di dovere dovrebbe prendere la situazione in mano senza paura, danni se ne possono fare pochi, c’è solo da crescere! Porca Vacca si trova a Milano in Piazza Lavater ed ora anche a Formentera.

sabato 8 settembre 2012

Drogheria Plinio

L’inaugurazione ufficiale è prevista per il 18 settembre ma ci sono già stato per un sopralluogo. Il logo è molto bello, un po’ Vintage e da solo basta per incuriosire ed attirare. Entrato nel locale ho potuto notare una buona selezione di prodotti che spaziano dal dolce al salato, dal vino alla birra, da banco e da asporto. C’è un po’ di tutto, tante marche sono conosciute, soprattutto per chi ama il food, ma comunque in generale poco diffuse, la partenza è buona. Tutto poi si può definire meglio, nel tempo, anche in base alle clientela che si acquisisce. Qui si può acquistare come in una normale drogheria ma si può anche mangiare sul posto, a pranzo ed a cena, i piatti proposti sono invitanti e sicuramente da provare almeno per la curiosità nei confronti di una novità. Ci sono tavolini lungo tutto il locale, dalla parte iniziale circondata da scaffali pieni di buoni alimenti alla parte finale dedicata all’enoteca, birre incluse. Nella terra di mezzo un lungo bancone. Io ci sono passato per l’ora dell’aperitivo e quindi ho optato per uno spumantino che purtroppo è stato servito da solo, senza nulla da sgranocchiare pur essendo presenti in vetrina in bellavista delle tartine già pronte, anche se bastavano due olive ed una manciata di patatine… Soprattutto a Milano non si può servire un aperitivo senza accompagnamento. Che sia solo una svista pre-inaugurazione? Lo spero. Forse il locale deve ancora prendere vita, dico questo perché al momento manca l’anima, cosa forse normale, valuterò meglio la cosa tra qualche mese, dopo averlo frequentato un po’ di volte. Oggi, quando sono entrato, non ho ben capito chi lavorava nel negozio e chi erano i clienti, solo quando ho pagato ho compreso le parti. Come detto, ha appena aperto, deve ancora carburare e rodare ci sarà sicuramente tempo per testare la drogheria Plinio e per quotarla giustamente e con i corretti elementi. Per ora l’iniziativa mi pare valida, la zona è buona, anche in questo caso, come per altri nuovi locali che hanno alzato la saracinesca a Milano, c’è solo da crescere. In bocca al lupo! La drogheria si trova in via Plinio 6 a Milano

domenica 12 agosto 2012

giovedì 9 agosto 2012

Nonna Maria Osteria

Da circa un anno a Milano è presente ”Nonna Maria Osteria”, un’osteria romana. Questo è un locale senza pretese e sovrastrutture, dove l’arredamento semplice e genuino, molto anni 60 e 70, non rappresenta una barriera d’immagine. Quell’immagine che purtroppo sovrasta, con l’intento di colmare, l’essenza povera di alcuni locali. Lo vedo molto come un locale da frequentare in compagnia di amici,  per un’allegra mangiata senza spendere troppo, ma anche no. Qui non ci si sente soli. Nel menù si trovano, tra i vari piatti del territorio laziale, puntarelle con acciughe, carciofi rughetta e pecorino, cacio e pepe, amatriciana, gricia, straccetti di manzo con rughetta, costolette d’abbacchio, saltimbocca e dolci fatti in casa. La lista dei vini è modesta, anche nei prezzi, e va bene così. Una nota, inserirei più vini laziali. I camerieri sono gentili, alla mano, anche nell’abbigliamento, come evidenziato anche da Massimo il proprietario. Questo è quello che vuole, semplicità assoluta. Il cliente si deve sentire come a casa. Buono il cacio e pepe, buoni gli straccetti di manzo anche se li ho trovati un po’ piatti nel sapore, saporiti i saltimbocca. Ho assaggiato anche la carbonara, buona anch’essa. In generale i vari piatti si fanno mangiare con gusto, senza punte d’eccellenza, ma tutto è mediato ed equilibrato in rapporto al prezzo. In ogni caso c’è spazio per migliorare. Da provare altri ristoranti romani in città anche per fare paragoni, ricordando com’era agli inizi Giulio Pane e Ojo. A breve è prevista l’apertura, dietro l’angolo, di un altro locale della stessa proprietà. Dovrebbe chiamarsi “Taverna Roma” ed effettuerà un servizio a tutto tondo, dalla colazione alla cena. Attendiamo. Nonna Maria Osteria si trova a Milano in via Macedonio Melloni angolo F.lli Bronzetti 7. E’ chiuso la domenica. Per prenotazioni 02.49436609.

mercoledì 8 agosto 2012

Milano a pranzo 22 - Shockolat

Da Shockolat Maggi, ex Chocolat, oltre al gelato c’è di più. Questo locale situato vicino a piazza Cadorna non è solo una gelateria ma anche una cioccolateria e caffetteria con incluse proposte che vanno dalle zuppe (in inverno) ai  piatti freddi, dalle insalate ai  panini.  Quest’oggi per il pranzo, preventivato leggero in quanto seguirà una ricchissima cena romana, ho preso un panino integrale al salmone, acqua e caffè con un ottimo cantuccio (grande) al cioccolato de La Molina. Quest’ultimo è stato gentilmente offerto dalla proprietaria, persona sempre gentile. I cantucci de La Molina sono ottimi e qui sono venduti nella confezione da 400 grammi o singolarmente. Il gelato e buono, personalmente apprezzo particolarmente il gusto crema con croccante. Il panino è costato 4.50 euro, l’acqua 1.50 euro, il caffè 1.00 per un totale di 7 euro. Il locale è sempre affollato. Shockolat si trova in via Boccaccio 9.

martedì 7 agosto 2012

Stickhouse

Stickhouse, il gelato artigianale su stecco. Poco dopo essere rimasto folgorato dalle creazioni di Johnny Hermann, nello specifico i suoi Wooden Popsicle (ghiaccioli di legno), ho scoperto questa gelateria dedicata allo stecco in tutte le sue declinazioni. Sorbetto alla frutta, gelato alle creme, cupido (sorbetto ripieno di gelato), stick merenda (pan di spagna farcito e ricoperto di cioccolato) ed altre prelibatezze golose. Qui ce n’è per tutti i gusti. A Milano hanno già aperto tre punti vendita di cui uno all’interno della Stazione Centrale presso il bar Vyta. Qui trovate tutte le info.

Milano a pranzo 21 - Lato G

LatoG definisce le sue gelaterie Urbano-chic, cosmopolite ed invitanti. Nulla da dire. A Milano ho apprezzato poco la loro politica di espansione avendo aperto alcuni negozi confinanti (divisi solo da un muro) con altre gelaterie consolidate, vedi con Grom in via Manzoni, e con Toldo in Brera. Un atteggiamento di presentazione poco gradevole. Comunque… essendo agosto molti locali sono chiusi per ferie e non avendo tanto appetito sono entrato nel punto vendita (in franchising) di via Vincenzo Monti. Ho ordinato un toast fatto con pane integrale. Buono, un po’ sopra la media dei toast da bar. L’ho accompagnato con un frappè alla nocciola medio (la dimensione). Buono anch’esso. Qui il gelato non è male anche se prediligo altre gelaterie, ma questa è di tutto rispetto. Toast 4 euro, frappè 3.50 euro, totale 7.50 euro. Purtroppo la pasticceria Sugar li vicina era chiusa, quindi niente caffè con pasticcino! Questo LatoG si trova in via Vincenzo Monti 26.

lunedì 6 agosto 2012

Milano a pranzo 20 - Ottimo Massimo

Pranzo da OttimoMassimo. Non è la prima volta che vengo in questo locale, sito tra via Orefici e via Torino, però non mi ha ancora convinto. Non per niente oggi ci sono capitato per forza di cose. Qui si punta sulla freschezza, sulla genuinità ma il servizio un po’ ingessato, a tratti lento, ed i piatti e panini limitati nella loro fattezza non mi entusiasmano. Un tentativo di bel contorno con poca sostanza. Trovo le porzioni, anche nei sandwich, piccole ed il prezzo elevato rispetto a quanto offerto. Soprattuto per quanto riguarda insalatone, ops, insalatine, secondi e yogurt. Un club sandwich (mini) 5 euro, una creme brûlée (mini) 2.80 euro, acqua (mezza naturale) 1.50 euro, per un totale di 9.30 euro. E si ha ancora fame. Nulla da dire sulla qualità dei prodotti utilizzati ma non basta. OttimoMassimo si trova in via Victor Hugo 3 angolo via Spadari. Per il caffè consiglio il vicinissimo Peck.

sabato 4 agosto 2012

Dino

venerdì 3 agosto 2012

All'interno delle nuove UPIM POP e COIN in Italia da qualche mese è presente Mò, un locale denominato “Confort Food Cafè” che propone cibi genuini preparati con ingredienti naturali e, dove possibile, biologici. Tutto questo seguendo le stagioni, com’è giusto che sia. Da Mò si trovano zuppe, insalate componibili (tendenza del momento che si sta diffondendo a macchia d’olio), piatti vari, panini anch’essi elaborabili a piacere scegliendo il tipo di pane e gli ingredienti. Promuovo Mò anche per la colazione. Buone le brioches ed i salati, ma si può anche optare per pane, burro e marmellata (altra tendenza che si sta facendo strada a Milano). E’ anche possibile acquistare qualche buon prodotto tipo olio, pasta, conserve di pomodoro, colatura di alici, marmellata.. tutto esclusivamente italiano. Il locale è giovane, ben fatto, con alcune caratteristiche origilnali. Il servizio è ancora un po’ approssimativo, a tratti lento, ma anche questo fa parte dell’essere italiani. Pro o contro?

Milano a pranzo 19 - Tagiura

Dopo anni ritorno al Tagiura, locale che nel frattempo è cambiato e non poco. Dal 1963 ne ha fatta di strada. Sale, salette, giardino. E’ sempre molto frequentato ed i piatti proposti sono sempre all’altezza del ricordo e della sua fama. Ho mangiato una cotoletta orecchio d’elefante, con patate bollite, a fatica ho evitato quelle fritte. A seguire una cheesecake che però non ha convinto. Ovviamente non mi ha convinto essendo io amante delle vera cheese-cake. No vino, troppo caldo, ma ci sarebbe stato bene un fresco rosè. 12 euro circa con l’acqua. Va bene. Un posto così azzera tutti quei bar da “poco” che popolano la Milano da pranzo. Il Tagiura si trova in via Tagiura 5. Occorre prenotare sia a pranzo che a cena. Tel. 0248950613. Riapre dopo la pausa estiva il 27 agosto.

mercoledì 1 agosto 2012

Trita

Il viaggio alla scoperta degli hamburger proposti a Milano continua e questa volta è stato il turno di Trita “tailor made burgers”. Un locale aperto nel marzo di quest’anno in zona Navigli, piccolo ma luminoso, vivace, carino nel suo insieme. Come funziona.., si va alla cassa e si ordina l’hamburger scegliendo il tipo di pane, il tipo di carne, il peso dell’hamburger, il grado di cottura, le aggiunte desiderate e la salsa. Ci si può sbizzarrire, io ho scelto un pane con il sesamo, l’hamburger da 200gr di carne Limousine padana (tritata al momento) con l’aggiunta di cipolle, cheddar, bacon, jalapenos e salsa della casa con erba cipollina. Il primo morso incontra la gradita croccantezza del pane ed il gusto della carne, la limousine è una delle razze che preferisco. Gli ingredienti scelti sono buoni, di qualità. Tutto questo fa porre l’hamburger di Trita tra i primi posti della mia personale classifica e devo confessare che se la gioca ad armi pari con l’hamburger di Tizzy’s. Anche le patatine sono ben fatte. Mi è piaciuto e ci tornerò sicuramente. Questo è più un locale mordi e fuggi, ma va bene così. Da evidenziare la possibilità di scegliere la carne wagyu di origine giapponese, ma in questo caso il prezzo raddoppia. Un altro locale giusto per Milano, evviva! Trita si trova in Piazza XXIV Maggio, 6.